Aprilia Cronaca - Utilenews

Utilenews
Vai ai contenuti

Menu principale:

Comitato di Quartiere Campoleone Aprilia - Lanuvio 9 settembre
Durante questa notte ennesima manomissione della cabina elettrica della Società Engie Spa (non ancora riparata) delle due torri faro presso il nodo di scambio (super parcheggio) della Stazione e dopo aver avvisato il Comando dei Carabinieri di Aprilia sono state riaccese ma purtroppo due proprietari hanno subito atti vandalici e furti.
Ricordiamo ai malcapitati di procedere tempestivamente con la denuncia alle autorità competenti segnalando la presenza delle nuove telecamere che il Comune ci ha comunicato di essere funzionanti.
Anche dopo l'ultimo esposto della scorsa settimana continuiamo a sollecitare un immediato intervento sulla cabina da parte di Engie Spa che è il gestore della pubblica illuminazione per il territorio di Aprilia.

Aprilia, Raffaele Trano Questa è la storia di “Casello 45”, quartiere di Aprilia ai confini con il sud della provincia di Roma che sta morendo lentamente. La realizzazione di un sottopasso all'altezza del chilometro 45+805 della Nettunense doveva portare al superamento dell'attraversamento a raso dei binari della linea ferrata Campoleone - Nettuno, con grande vantaggio in termini di sicurezza e risparmio dei tempi per l'intera popolazione. Ed invece, il risultato, è che, in mancanza di una viabilità alternativa, i pedoni per prendere l'autobus superano l'area di cantiere violando pericolosissimamente le recinzioni, mentre le auto devono percorrere, come ho fatto io insieme ad Ilenia Borace ed agli attivisti del Movimento 5 Stelle di Aprilia, un tracciato di una quindicina di chilometri (qualcosa di meno usando qualche scorciatoia). Proprio in questi giorni sono ripresi i lavori bloccati – secondo quanto dichiarato da Rfi - dal ritrovamento di un cavo in fibra ottica” (partiti nel marzo 2016 dopo un lunghissimo iter burocratico sarebbero dovuti terminare nel settembre 2017), mentre il comune tenta di trarsi d'impaccio imbarcandosi tortuosamente nella ricerca di una viabilità alternativa che prevede modifiche a via Vesuvio (lavori iniziati solo nel maggio 2018). Intanto però molte attività commerciali non hanno retto l'isolamento lasciando il quartiere un deserto, mentre chi è rimasto, immerso in un clima di evidente sfiducia verso le istituzioni, preferisce non commentare. Mi riprometto nei prossimi giorni di affrontare questa incredibile vicenda nelle sedi istituzionali competenti.
Cade mentre monta l’antenna su un palazzo, grave un 32enne
Aprilia - Il ragazzo è stato prima portato al pronto soccorso della clinica di Aprilia e poi con l’eliambulanza a Roma. Fonte Latina Oggi.
Ha 32 anni l'operaio di origini rumene che questa sera intorno alle 20,30 è precipitato da l balcone di un palazzo di Aprilia mentre stava montando un'antenna satellitare. Intorno alle 20.30 l'ambulanza è stata chiamata per soccorrere il giovane precipitato nel vuoto. Nell'arco di pochi minuti dopo il suo arrivo al pronto soccorso in condizioni gravissime il personale medico della clinica Città di Aprilia ha effettuato tutti gli esami e gli accertamenti necessari per capire che il trentaduenne aveva riportato gravissime lesioni e fratture a livello costale e vertebrali. Il gravissimo quadro clinico ha quindi reso necessario l'intervento di un'Eliambulanza per il trasferimento l'urgenza all'ospedale San Camillo di Roma. Nel frattempo il ferito veniva intubato e sedato.
Aprilia,Alzheimer, nanoparticelle e modelli di ricerca innovativi. Al via due progetti europei, Roma, 30 maggio 2018 - Il Workshop “Alzheimer’s disease: from RNA research to active therapeutics” è una iniziativa co-organizzata da due progetti europei di ricerca, B-SMART e STARBIOS2. Si terrà presso l’Aula Anfiteatro del Policlinico Tor Vergata mercoledì 20 giugno 2018 dalle 11.00 alle 14.00.
Il progetto B-SMART è finalizzato a ricercare terapie avanzate per le malattie neurodegenerative basate sull’RNA e su sistemi di trasporto innovativi. I ricercatori hanno identificato con successo una nanoparticella le cui caratteristiche possono essere variate secondo le necessità terapeutiche che adesso sarà testata in preclinica. Il primo obiettivo cruciale per il progetto B-SMART è stato raggiunto.
“Siamo orgogliosi di annunciare che la prima nanoparticella si comporta come da attese - dice il prof. Raymond Schiffelers dell’università di Medicina di Utrecht che coordina il progetto - In leggero anticipo sul programma, siamo confidenti di andare verso la prossima grande sfida di dimostrarne l’attività terapeutica in modelli di Alzheimer nel topo”.
Il progetto STARBIOS2 è coordinato dal Dipartimento di Biologia di Tor Vergata ed è finalizzato a promuovere la RRI - Ricerca e l’Innovazione Responsabile - nell’ambito di istituti di ricerca nel settore delle Bioscienze. Sulla base dell’esperienza maturata nell’ambito di STARBIOS2, vengono definiti modelli idonei alla promozione della RRI e linee guida per il sostegno al cambiamento strutturale delle organizzazioni di ricerca delle bioscienze.
Un primo risultato scientifico di questo cambiamento strutturale nel Dipartimento di Biologia è stata l’identificazione di piccole molecole di RNA (chiamate appunto smallRNA, microRNA, etc.) che sono presenti nelle piante edibili e che rappresentano un importante aspetto innovativo della nutrizione, che se ben utilizzate nelle diete, potrebbero essere in grado di prevenire malattie croniche degenerative.
La presenza dell’industria bio-farmaceutica IBI (Istituto Biochimico Italiano G. Lorenzini ad Aprilia, Roma) non è solo un esempio positivo di interazione tra ricerca di base e ricerca clinica industriale, ma rappresenta la metodologia e strategia che la Comunità Europea implementa per creare benessere nell’intera società.
L’obiettivo è di abbreviare i tempi dall’identificazione del composto attivo al letto del paziente incentivando l’interazione tra diversi attori e un’efficiente ricerca traslazionale. Questo è il ruolo di IBI fin dalla sua fondazione 100 anni fa.
Aprilia, Insieme contro il Cyberbullismo
Si comunica che il giorno 25 maggio 2018, ore 17, presso l’Aula Consiliare del Comune di Aprilia, in Piazza Roma, si terrà un incontro pubblico rivolto alle famiglie degli alunni delle scuole di Aprilia dal titolo “Insieme contro il Cyberbullismo”. L’incontro è stato organizzato dai referenti di tutti gli Istituti Comprensivi di Aprilia e dai referenti degli Istituti Superiori, supportati dal CTS di Latina, con il patrocinio del Comune di Aprilia, con l’obiettivo di proteggere i ragazzi dai pericoli della rete e dal fenomeno del Cyberbullismo.
Saranno presenti: il Sindaco di Aprilia, dottor Antonio Terra; l’Assessore all’Istruzione, dott.ssa Francesca Barbaliscia; l’Assessore ai Servizi Sociali, Eva Torselli; il Vescovo di Albano, S.E.R. Mons. Marcello Semeraro; il Responsabile del CTS di Latina, Prof. Marco Torella; i Dirigenti Scolastici; il Questore di Latina, Dottor Carmine Belfiore; l’ex ispettore Capo Polizia di Stato, Dottor Gianfranco Pinos; il Garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza, Dottor Jacopo Marzetti.
Si pregano i docenti di informare e sensibilizzare i genitori a partecipare.
Si auspica la presenza di docenti e genitori.
Comitato quartiere Vallelata
IL PRESIDENTE COMUNICA:
Nel mese di febbraio questo Comitato di Quartiere inviò una lettera all'amministrazione comunale nella quale si chiedeva la tutela di tutto il quartiere Poggio Valli Vallelata che, nel Piano Provinciale Rifiuti risultava interamente utilizzabile per la possibile realizzazione di discariche.
In particolare fu sottolineata la totale assenza in detto piano delle "perimetrazioni dei nuclei spontanei" Poggio, Valli, Vallelata Nord, Vallelata Sud e dell'adiacente Bellavista.
Il giornale locale il Pontino, che ringraziamo, pubblicò per intero la nostra lettera che è visibile nella prima immagine.
Sono passati diversi mesi ed il Piano Provinciale Rifiuti è stato approvato.
Nella seconda immagine sono riportate in rosso le citate perimetrazioni, ed in blu il limite dell'agglomerato urbano di Aprilia.
Nella terza immagine è riportata in verde la prospettiva circa la possibilità di realizzare discariche nel Quartiere Poggio Valli Vallelata. (il marrone indica i limiti del quartiere).
Il P.R.P. attuale ha avvalorato quanto sostenuto dal Comitato di Quartiere Primavera, includendo le perimetrazioni dei nuclei spontanei Poggio Valli Vallelata Nord e Vallelata sud e Bellavista. Ha inoltre incluso la perimetrazione della città di Aprilia.
Il lavoro fatto risulta come il primo: incompleto, parziale, affrettato, pedestre ed arrogante.
Lo stesso è mancante di tutte le aree industriali comprese nel Piano Regolatore Territoriale del Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma Latina, che comprendono aree già realizzate e zone da realizzare; manca il fosso Leschione e la sua fascia di rispetto; mancano le fasce di rispetto dai nuclei spontanei; manca la fascia di rispetto dalla ferrovia Roma-Nettuno; manca la segnalazione della discarica di via Nettunense; la scuola di via Vallelata risulta spostata verso la Nettunense; manca la fascia di rispetto dai pozzi che si trovano all'interno della torre dell'acquedotto di via delle Valli.
Questo comitato ed i residenti, dopo l'approvazione di questo Piano Provinciale Rifiuti, continuano ad essere preoccupati per il destino del quartiere.
E più volte sono risuonate le domande: "Ma il Comune di Aprilia ed i politici apriliani, cosa fanno?" "Se non ci tutela il Sindaco, il Comune, gli assessori che magari vivono anche nel quartiere, chi ci può tutelare?"
IL PRESIDENTE
Roberto Antonio Sicuro

Breast Unit e prevenzione per vincere il tumore al seno, l’iniziativa promossa dal Comune di Aprilia
Aprilia, 19 marzo 2018
Ha avuto luogo sabato pomeriggio con ampio riscontro l’iniziativa promossa dal Comune di Aprilia sul tema della prevenzione del tumore al seno, nell’ambito della campagna informativa 2018 e soprattutto a pochi giorni dalla presentazione ufficiale dei dati dello studio epidemiologico sullo stato di salute della popolazione apriliana.
La conferenza, cui è seguito un vivace dibattito, ha avuto luogo presso la Sala Consiliare “Luigi Meddi”, sede municipale di Piazza Roma. Nel corso della stessa è stata presentata la nuova realtà delle Breast Unit, o centri di senologia multidisciplinari. Questi rappresentano una nuova opportunità di cura e assistenza, regolata da specifiche linee guida nazionali, che permette alla donna di affrontare il tumore al seno con la sicurezza di essere seguita da un team di specialisti dedicati, curata secondo i più alti standard europei, e accompagnata nell’intero percorso di malattia. In ogni diversa tappa di tale percorso, dalla diagnosi al follow up, il centro di senologia prevede la presa in carico di tutti i bisogni fisici e psicologici della donna affetta da una patologia complessa come il carcinoma mammario, nelle sue diverse rappresentazioni.

All’iniziativa hanno preso parte, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, il Sindaco di Aprilia Antonio Terra l’Assessora ai Servizi Sociali Eva Torselli, il Vice Sindaco Franco Gabriele, l’Assessora Francesca Barbaliscia e altri rappresentanti del Consiglio Comunale. Nel corso della conferenza sono intervenuti il dottor Alessandro Novaga (responsabile Lilt), la dottoressa Paola Miceli (Associazione Europa Donna Italia), la dottoressa Giacomina Megaro (Ausl Lt - Università La Sapienza), il dottor Fabio Ricci (chirurgo senologo, direttore clinico Breast Unit Ausl Lt), Resy Langiano (delegato Lilt di Aprilia).


Aprilia, rifiuti abbandonati in modo illecito, le telecamere di videosorveglianza riprendono un trasgressore
La Polizia Locale ha accertato un altro illecito ambientale nella periferia apriliana, attraverso il sistema di videosorveglianza.
Grazie ad una delle fototrappole installate sul territorio comunale, nell’ambito dell’azione di contrasto e repressione del fenomeno di abbandono di rifiuti, la Polizia Locale ha rilevato il deposito in un’area periferica particolarmente vulnerabile di una dozzina di grossi sacchi neri per l’indifferenziato. Tramite il riconoscimento della targa, è stato possibile individuare il trasgressore che sarà perseguito ai sensi di legge.
“Esprimo soddisfazione - ha commentato il Sindaco di Aprilia Antonio Terra – per l’efficacia dell’azione di contrasto a questa piaga, messa in campo anche con la collaborazione della Progetto Ambiente. Questi gesti incivili risultano oramai sempre più stridenti con la coscienza e il consapevole impegno della stragrande maggioranza dei cittadini apriliani che contribuiscono ad una buona raccolta differenziata. Purtroppo qualche incosciente tenta ancora con queste furbate di vanificare gli sforzi di tutti e per questo l’attività di accertamento e repressione degli illeciti ambientali sarà sempre più attenta”.

l’Associazione Campoleone Eventi, chiude o no?
La notizia è importante per la nostra comunità!  I cittadini devono sapere cosa sta accadendo all’Associazione che si è occupata negli anni di organizzare la Festa di San Giovanni Battista in collaborazione con la Parrocchia.  Riepilogando possiamo scrivere le dichiarazioni del Segretario dell’ACE Gianni Giubileo “L'associazione di fatto e legalmente non è ancora chiusa, stiamo procedendo alla definizione del percorso che porterà comunque a questo esito”. Le parole ella Tesoriera Alessia Di Giulio “Si è deliberata la chiusura associativa con convocazione di un’assemblea straordinaria dei soci la scorsa settimana, indipendentemente dall'organizzazione della festa di San Giovanni Battista, dateci il tempo per espletare tutte le pratiche. A scanso di equivoci ACE da tempo aveva comunicato l'impossibilità di organizzare la festa patronale 2018 al parroco ed è per questo che è stata convocata una riunione per cercare di coinvolgere altre realtà che la organizzassero indipendentemente dalle sorti associative. Non serve una maglia per fare la festa, basta averne la volontà!”
Stato di salute della popolazione di Aprilia, l’Amministrazione rende noti i risultati dello studio epidemiologico
presso la Sala Consiliare “Luigi Meddi”, ha avuto luogo l’attesa conferenza sullo stato di salute della popolazione cittadina, durante la quale sono stati resi noti i risultati dello studio epidemiologico condotto nell’ultimo triennio sul territorio comunale di Aprilia.
Hanno preso parte all’iniziativa, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, il Sindaco Antonio Terra e l’Assessora con deleghe di competenza Eva Torselli, nonché altri rappresentanti della Giunta e del Consiglio Comunale.
“Oggi portiamo a compimento un lavoro importante – ha detto il Sindaco di Aprilia – che certifica le problematiche sanitarie ed urbanistico-ambientale che, da domani, saranno oggetto di attenzione. Dai risultati dello studio epidemiologico non si prescinde e gli sforzi dell’Amministrazione dovranno essere orientati a risolvere i nodi maggiormente evidenziati”.
All’inizio dei lavori della conferenza è intervenuto anche il Direttore Generale dell’Asl di Latina, dottor Giorgio Casati. “Siamo oggi in possesso di uno studio epidemiologico autorevole – ha commentato quest’ultimo – che garantisce la percezione chiara del fabbisogno sanitario della comunità. Ciò permette all’azienda sanitaria di organizzare i servizi da mettere a disposizione dei cittadini con priorità. Quanto alla lettura e all’interpretazione dei dati, la fotografia effettuato dallo studio è molto articolata e sarà il prossimo obiettivo trovare le più esatte connessioni causa-effetto. Per questo motivo, oggi è giusto porsi degli interrogativi, ma sarebbe altrettanto sbagliato trarre conclusioni affrettate, che non avrebbero le stesse basi scientifiche. Sicuramente, dalle conclusioni scientifiche individuate oggi dovrà configurarsi l’azione futura sia del Comune di Aprilia che con certezza dell’azienda sanitaria della provincia di Latina”.
Nel corso della conferenza sono intervenuti per altrettante relazioni tecniche sui vari aspetti dello studio il dottor Fabio Pannozzo (Direttore Registro Tumori di Latina), l’architetto Paolo Ferraro (Dirigente Urbanistica del Comune di Aprilia), il dottor Roberto Lupelli (Dipartimento Prevenzione Asl di Latina), la dottoressa Paola Michelozzi (Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio), il dottor Francesco Cubadda (Dipartimento di Sicurezza Alimentare dell’Istituto Superiore di Sanità), la dottoressa Silvia Iacovacci (Dipartimento Prevenzione Asl di Latina).
I risultati dello studio epidemiologico denominato “Stato di salute della popolazione di Aprilia” sono pubblicati integralmente e scaricabili dal sito web istituzionale www.comunediaprilia.gov.it.
Aprilia, 2 marzo 2018 Pubblica illuminazione, un numero verde per le segnalazioni della cittadinanza
Si informa la cittadinanza che, a seguito dell’adesione del Comune di Aprilia alla convenzione Consip Luce 3, dal giorno 1 marzo 2018 è operante il contact center certificato 800.894520 della società affidataria Conversion&Lighting (gruppo Engie).
Il numero verde è a disposizione per le segnalazioni da parte della cittadinanza, delle forze dell’ordine e degli enti di verifica, operando senza soluzione di continuità h24 e per 365 giorni annui.
Si rende noto, altresì, che in questa prima fase stanno eseguendosi interventi di ripristino dell’illuminazione sui punti luce non funzionanti.
LAVORI PER 30 MILIONI DI EURO SU NETTUNENSE, PONTINA, CASSIA, FLAMINIA, MONTI LEPINI E AUSONIA
“Ieri, il CIPE ha deliberato un addendum al Piano Operativo del MIT che contiene, tra i vari punti, 30 milioni di euro per la Rete Viaria della Regione Lazio. Si inizierà con via Nettunense, dove, per gli interi 27 km di lunghezza, verrà rifatto, per entrambi i sensi di marcia, il manto stradale, verrà risolto l’annoso problema delle alberature e, dove possibile, verrà allargata la sede stradale e adeguati i golfi di fermata per il servizio di trasporto pubblico. Verranno, inoltre, realizzate tre rotatorie: una all’intersezione tra la via Appia e la via Nettunense, la seconda all’altezza del Divino Amore ed, infine, la terza all’incrocio tra la via Nettunense e la via del Mare. Verranno realizzati anche nuovi attraversamenti pedonali in sicurezza. Entro la fine di marzo, verrà aggiornato il progetto redatto da Astral nel 2011 che fu poi definanziato dalla Giunta regionale precedente. Entro il mese di Aprile, sarà pubblicato il bando di gara per l’esecuzione dei lavori per un importo complessivo di circa nove milioni di euro. Oltre a tali interventi, verrà effettuata la messa in sicurezza di tutti i ponti, viadotti e guard rail della rete viaria regionale, nonché interventi di manutenzione straordinaria sulla pavimentazione delle arterie principali (Pontina, Cassia, Flaminia, Monti Lepini, ecc.)”. Così, in una nota, l’Amministratore Unico di Astral Spa, ing. Antonio Mallamo.

Regione accordo raddoppio del tratto di linea compreso tra Campoleone ed Aprilia, (fino a 6 treni/h per senso di marcia nel tratto raddoppiato);
22/02/2018 - Firmato oggi l’Accordo Quadro tra Regione Lazio e Rete Ferroviaria Italiana. Per la Regione si tratta di uno strumento tecnico con cui prenotare capacità di traffico per la rete ferroviaria regionale e programmare nel medio/lungo periodo l’uso dell’infrastruttura ferroviaria, in funzione del Piano Regionale dei Trasporti. Per RFI l’Accordo Quadro, della durata di cinque anni e rinnovabile di altri cinque, è necessario per determinare le reali esigenze di mobilità del territorio, intervenendo e programmando, dove necessario, piani di upgrade infrastrutturale per ottimizzare lo sviluppo dei servizi regionali.  Il quadro degli interventi programmati nel medio termine e già finanziati da RFI, con un investimento di oltre 665 milioni di euro, prevede:  upgrade del sistema di distanziamento tra Settebagni e Orte, che consentirà un aumento della capacità e della frequenza sulle linee FL1 (Orte –Roma –Fiumicino Aeroporto) e FL3 (Roma –Viterbo); upgrade tecnologico del sistema di distanziamento dei treni nelle tratte Roma Tiburtina – Roma Ostiense – Cesano e Roma Termini – Roma Casilina – Ciampino, con incremento della capacità nelle tratte interessate; raddoppio del binario tra la località di Lunghezza Aniene e la nuova stazione di Guidonia Collefiorito, che consentirà di prolungare la frequenza del servizio FL2 (Roma –Tivoli- Pescara) fino alla località Guidonia Collefiorito; riassetto della stazione elementare di Ciampino a servizio delle linee dei Castelli (FL4), per aumentarne la capacità e velocizzare i principali itinerari di stazione da 30 a 60 km/h;
raddoppio del tratto di linea compreso tra Campoleone ed Aprila, con interventi puntuali di piano regolatore in entrambe le stazioni e realizzazione di un nuovo sistema di distanziamento, per incrementare il livello di servizio offerto (fino a 6 treni/h per senso di marcia nel tratto raddoppiato);
attivazione della prima fase della nuova fermata di Pigneto che permetterà l’interscambio tra servizi metropolitani FL1/FL3 e i servizi della linea metro C di Roma.
Per quanto riguarda gli interventi finalizzati al miglioramento dell’accessibilità al servizio, nell’Accordo è stata prevista la possibilità di attivazione di alcune fermate in relazione alla domanda di mobilità ed alla disponibilità finanziaria, con conseguente possibile rimodulazione del modello di offerta a garanzia della stabilità dei servizi. Nello specifico:  
per quanto riguarda i servizi FL5 (Roma –Civitavecchia –Grosseto), l’ipotesi di attivazione della fermata di Massimina, già prevista nel Piano Regolatore del Comune di Roma, comporterà una rivisitazione dello schema dei servizi, che fermeranno in alternativa a Roma Aurelia o Massimina;
per quanto riguarda i servizi FL7 (Roma –Formia –Napoli), è stata prevista la possibile realizzazione di una nuova fermata tra Paglian Casale, Divino Amore e Statuario, fermo restando la necessità di dover mantenere garantito il cadenzamento e la stabilità dei servizi veloci. Analoga valutazione andrà effettuata in caso di pianificazione di una nuova fermata a servizio del Polo Ospedaliero di Formia (Formia Est).
Nell’Accordo Quadro sono rappresentate anche le linee guida per lo sviluppo futuro.  Rete Ferroviaria Italiana per il Lazio ha stimato in 2,6 miliardi di euro la cifra degli investimenti a lungo termine.
Questi i principali interventi previsti:
ultimazione della seconda fase della Fermata Pigneto che oltre l’interscambio tra la metro e i servizi delle linee FL1 e FL3, consentirà di connettersi anche con le linee FL4/FL6;
Raddoppio linea Roma-Viterbo, tratta Cesano – Bracciano, con una prima fase di attivazione fino a Vigna di Valle. L’intervento favorisce la possibilità di prolungare fino a Vigna di Valle in prima fase e, a regime, fino a Bracciano il servizio con frequenza dei treni a 15 minuti;
Chiusura anello ferroviario di Roma (cintura nord), che consentirà di creare le condizioni per attivare un servizio metropolitano e potenziare le connessioni per una migliore integrazione della rete sia in ambito urbano sia in ambito ferroviario, garantendo anche l’interscambio con i servizi ferroviari della linea Roma – Viterbo gestita da ATAC in corrispondenza di Tor di Quinto;
Nuovo collegamento ferroviario con aeroporto di Fiumicino, che consentirà di creare le condizioni per la specializzazione dei servizi veloci di collegamento con l’aeroporto;
Quadruplicamento Ciampino – Bivio Capannelle, che creerà le condizioni per un incremento di capacità nel tratto oggetto di intervento.



Realizzazione di un sottovia sulla Nettunense in località Casello 45, nota di aggiornamento della Rete Ferroviaria Italiana
Aprilia, 14 febbraio 2018
Si informa la cittadinanza che la società Rete Ferroviaria Italiana ha diramato una nota relativa al cantiere aperto sulla Nettunense in località Casello 45, per la realizzazione di un sottovia al km 45,805 e opere di raccordo alla viabilità esistente, finalizzato alla soppressione del passaggio a livello della linea ferroviaria Campoleone-Nettuno sul territorio comunale di Aprilia.
La società RFI informa che “la temporanea inattività del cantiere lato Nettunense è stata causata dall’imprevista presenza di un cavo in fibra ottica Fastweb in posizione compatibile con il proseguimento del lavoro. La criticità, in accordo con la Regione, è stata risolta accogliendo la proposta della Fastweb di procedere ad una deviazione provvisoria (bypass) da realizzare prevedibilmente entro la fine del corrente mese di febbraio”.
Inoltre, “l’avvio dei lavori su Via Cavallo Morto è condizionato dalla disponibilità di una viabilità idonea a mantenere agibile su Via Vesuvio ai mezzi pesanti. Purtuttavia, considerata la scarsa circolazione stradale, si è ritenuto, a guadagno di tempo, di chiedere alla Città Metropolitana la possibilità di istituire il senso unico alternato sul tratto interessato per svolgere le attività che non occupano l’intera sede stradale”.
Torna ai contenuti | Torna al menu